Sciacchetrail 2016: alle Cinque Terre la corsa incontra il vino

Tre giorni per scoprire il territorio. Una gara: un percorso in salita tra sentieri a picco sul mare. Ma anche degustazioni di prodotti tipici e vino. Dal 18 al 20 marzo

 /  / 

La Spezia - Lunedi 7 marzo 2016

La corsa si lega ai frutti delle Cinque Terre, al sali e scendi dei sentieri a picco sul mare. Nasce così Sciacchetrail: l'appuntamento che coniuga la gara al vino simbolo di questo spicchio di Levante ligure: il passito Sciacchetrà.

Da venerdì 18 fino a domenica 20 marzo torna nelle Cinque Terre l'ultra trail che attraversa le strade del vino, con partenza e arrivo a Monterosso. Tre giorni dedicati non solo allo sport, perché «Sciacchetrail è un laboratorio di idee e suggestioni che esaltano nuove possibilità di fruizione del patrimonio ambientale e culturale delle Cinque Terre. Un antidoto al rischio di banalizzazione del territorio ormai meta di un turismo mondiale», dice Vittorio Alessandro presidente del Parco delle Cinque Terre.

Giornata clou di tutto l'evento è domenica 20 marzo con la gara che si inerpica tra i terrazzamenti e guarda il mare dall'alto. Un percorso lungo 47 chilometri di sentieri sterrati, a 800 metri sul livello del mare, con passaggi che sfiorano i tremila metri di dislivello positivo, attraverso cinque borghi, cantine e chiese, settemila chilometri di muretti a secco e un'ottantina di ettari di vigneti, dove una ventina di produttori producono lo Sciacchetrà. Un appuntamento riservato a 250 atleti, fra cui l'ultrarunner californiana Sally Mcrae e tanti altri campioni che arrivano da Europa, Stati Uniti, Turchia, e ovviamente Italia. 18 nazioni in tutto. La partenza è alle 6.30 da piazza Garibaldi, all'interno del centro storico di Monterosso, dove è previsto anche l'arrivo.

Lo Sciacchetrail, poi, non si esaurisce con la gara. Infatti il sentiero «è diventato un percorso di trail permanente segnalato nella nuova cartellonistica tematica del Parco. Per poterne fruire tutto l'anno», dice soddisfatto di questo risultato Daniele Moggia, Asd polisportiva Cinque Terre e che si occupa della parte tecnica della gara.

Ma al di là della corsa questo appuntamento «è anche un modo per imparare a conoscere questi luoghi, entrarvi dentro, assaporarne i prodotti», aggiunge Luca Natale responsabile della comunicazione del Parco delle Cinque Terre. Per questo sono previste anche degustazioni, tavole rotonde, momenti d'incontro. Per la prima volta insieme a Monterosso per il trail del vino Sciacchetrà ci sono anche Valtellina wine trail e trail Moscato d'Asti. I rispettivi produttori sabato 19 e domenica 20 si raccontano tra cultura vitivinicola e outdoor, e saranno protagonisti di degustazioni guidate, incontri e approfondimenti su corsa e vino.

Domenica 20, in piazza Garibaldi alle 12, torna l'appuntamento con il PastaParty: un matrimonio di sapori delle Cinque Terre, dell'Appennino Tosco Emiliano e della provincia spezzina, a cura del Consorzio Cinque Terre e Proloco Monterosso. L'approfondimento su Prodotto e paesaggio: la viticultura eroica nelle zone costiere e montane, sarà l'apertura delle tre giornate, con una tavola rotonda nella sala consiliare del Municipio di Monterosso, venerdì 18 marzo alle16.

Per i più piccoli sabato 19, alle 15, MiniSciacchetrail per bambini e ragazzi nati tra il 1997 e il 2007: un percorso attraverso i luoghi più suggestivi di Monterosso.

L'evento è organizzato da Parco Nazionale delle Cinque Terre, ADS Cinque Terre e Cinque Terre Trekking e Pro Loco Monterosso con la collaborazione dei consorzi Cinque Terre, Sciacchetrà, InManarola con il patrocinio, tra gli altri della commissione nazionale Unesco e dei Comuni delle Cinque Terre e della Regione Liguria.

Leggi qui per il programma e il percorso di Sciacchetrail 2016.

Rosangela Urso

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Tempo libero Weekend